Ah le ripartenze!

Quante speranze e quanti desideri si celano dietro ai nuovi inizi.
Anche qui ad AttivaMente gennaio è il momento in cui la pienezza del nostro lavoro si fa sentire. Ma sappiamo che luglio ormai è dietro l’angolo. Più o meno.

Come ogni anno, le richieste da parte delle scuole sono in crescita, così come i nostri progetti su emozioni, sessualità e Mindfulness per ragazzi. Dobbiamo rispondere a così tante domande che sembra quasi non riuscire a gestirle. Per fortuna il nostro team di formatori sta via via crescendo e le competenze organizzative ormai sono rodate e pronte ad assorbire anche le richieste più urgenti.

Pure le aziende non sono state in silenzio. Le nostre proposte di corsi per la leadership, public speaking e team building sono state confermate, e stiamo trovando nel mondo business partner affiatati ed affidabili. Condividiamo infatti con loro la convinzione che la formazione sia un tassello importante per la crescita della propria attività, in maniera sana e produttiva.

Per non parlare poi dei corsi di teatro a Como e a Griante che sono ripresi più grintosi che mai. È sempre meraviglioso testimoniare come a gennaio la voglia degli allievi di costruire uno spettacolo sia dieci volte maggiore che ad ottobre, quando calcavano i primi passi sul palcoscenico ed erano tutti impauriti. Ora si fa fatica a trattenerli.

Questo succede perché ad AttivaMente, a differenza di tante altre scuole di teatro, lo spettacolo lo costruiscono gli allievi stessi. Questo permette di sentirsi personalmente coinvolti nella creazione artistica che li vedrà in scena in una doppia replica nel nostro teatro. In due serate completamente dedicate a loro.

Gennaio è anche il mese che abbiamo dedicato al DETOX. Abbiamo offerto gratuitamente ai partecipanti un momento per disfarsi di regali indesiderati e cene natalizie indigeste: per riprendere in mano il proprio benessere con leggerezza.

Abbiamo visto iniziare il corso di Mindfulness per il DETOX con Cristina Perillo, per liberarsi dell’ansia e ospitato un mostro sacro del teatro italiano: Renato Sarti. Insieme alla talentosa Valentina Picello hanno portato in scena il dramma del lager nazista della Risiera di San Sabba in Friuli Venezia Giulia.

Questo spettacolo è stato il primo della rassegna Gener-Azioni 2024, con cui AttivaMente vuole accelerare collaborazioni con artisti per la produzione di nuovi spettacoli e continuare il processo di creazione di uno spazio teatrale. L’obiettivo è quello di diventare un punto di riferimento per la città e per la cultura.

Continua anche la nostra presenza nelle Comunità per Tossicodipendenti. Senza questa anima terapeutica e sociale AttivaMente non sarebbe più AttivaMente, tanto è identitaria per la cooperativa.

Se vuoi rimanere aggiornato sui nostri eventi iscriviti alla community di WhatsApp “BASTA PROCRASTINARE”.